Ore 8.00 ritrovo in piazza del mercato a Cortona con bicicletta sulle spalle e con gli occhi ancora socchiusi, ma con tanta voglia di pedalare!
Dopo la S .Messa a San Filippo ci siamo distribuiti sulle varie macchine dei capi e ci siamo diretti a Farneta per imboccare la pista ciclabile del sentiero della bonifica…
3 2 1 via!!!!!!!
Il tempo atmosferico era particolarmente piacevole, né troppo caldo né freddo, e la nostra meta era il lago di Montepulciano.
Nonostante alcuni di noi non avessero molta esperienza in bicicletta tutti hanno dato il massimo per arrivare fino in fondo e dopo circa 16 km (1h e 45 m)siamo arrivati a destinazione .
Durante il percorso sterrato e erboso in pianura abbiamo fatto numerose soste e abbiamo potuto notare la presenza di alcuni uccelli principalmente aironi e cornacchie .
Siamo rimasti abbastanza delusi dal lago di Montepulciano perché, più che un bacino lacustre , assomigliava ad una palude .
Il sentiero si sviluppa sostanzialmente in lunghi tratti di sterrato con lievi tratti curvilinei.
L’intero percorso si sviluppa tra Arezzo e Chiusi ed e’ percorribile in bicicletta o a piedi : sono interdetti i mezzi a motore.
La distanza complessiva e’ di 40 KM.
E possibile ed agevole fare il percorso in bici in una direzione e tornare poi con il treno nell’altra.
Si attraversano diversi comuni della Valdichiana tra la provincia di Arezzo e quella di Siena con prospettive panoramiche estremamente attraenti per i turisti che non conoscono i luoghi.
Tra l’altro si costeggiano opere di bonifica effettuate durante il periodo fascista che sono autentiche meraviglie di ingegneria idraulica soprattutto in relazione ai mezzi dei tempi in cui sono state effettuate.
Dopo il pranzo abbondante siamo risaliti in sella ( non molto comoda) per avvinarci lungo il sentiero del ritorno ma…una nuvola grigia e carica d ‘ acqua ci sovrastava e ad un paio di km dall’ arrivo si e’ scatenato l’ inferno.
Siamo arrivati al punto di partenza dopo circa 32 km totali di percorrenza .